giovedì 26 maggio 2011

PER QUALCHE SOLDINO IN PIU'...

Come ogni brava laureata in lettere il pomeriggio per qualche soldino in più mi dedico alle amate/odiate ripetizioni che in questo periodo si sa , con le ultime interrogazioni, vengono fuori come funghi...non fraintendiamo DIO BENEDICA LE RIPETIZIONI! ma se penso che la mia parrucchiera per una piega per la quale impiega 15 minuti incassa 8 euro e io 10 euro per un'ora di latino mi piglia proprio a male....

I miei allievi per lo più si dividono in quattro categorie:

1) Quelli che hanno i genitori con un portafogli inversamente proporzionale al cervello che pensano che tu faccia miracoli...codesti allievi hanno una faccia da merluzzo lesso, non cambiano mai espressione e tu passi 3/4 della lezione a capire se stanno respirando o se devi chiamare l'ambulanza...quando devono ripetere sospirano...se gli fai una domanda poi ti guardano come fossi un'aliena (io eh?) e uno una volta m'ha detto che nella mia vita precedente dovevo essere una nazista...
Il suddetto genitore per di più quando deve pagarti sembra che stia facendo beneficenza e arrotonda SEMPRE per difetto e certe volte fa pure finta di scordarsene....

2) Nella seconda categoria ci sono quelli in realtà non ne hanno bisogno ma hanno i genitori iperansioni che temono che un voto sotto l'8 sia una tragedia cosmica...di solito tale genitore richiede lezioni di sabato e domenica perchè c'è più tempo per approfondire! e se faccio due ore di lezione poi altre 3 ore le passo a rassicurare la mamma del fatto che suo figlio sia davvero preparato!
Tale genitore paga regolarmente perchè sa che  un'altra scema disponibile alle 8 di domenica mattina non la trova facilmente!

3) Poi ci sono quelli che hanno davvero bisogno del mio aiuto, sono quelli che mi danno le maggiori soddisfazioni e che mi dicono grazie quanto la lezione finisce (perchè la cosa non è mica così scontata!)...a questi regalo sempre una mezz'oretta....anche perchè anche i genitori sono persone carinissime che mi stimano e rispettano!

4) In ultimo abbiamo quelli pigri che pur avendo le possibilità senza di me non prendono neanche la penna, non leggono perchè si stancano e quindi devo devo farlo io a voce alta, vogliono che i temi glieli detti, non sfogliano il vocabolario per non rovinarsi le mani e studiano due volte l'anno (in corrispondenza delle interrogazioni) e sia loro che i genitori sono convinti che non  sono loro ad essere svogliati ma i professori ad essere pretenziosi
"eh ma 200 pagine son 200 pagine..."
"SI MA DOVEVI FARLE IN UN ANNO NON IN TRE ORE..."
Se c'è qualcosa di urgente pretendono che tu mi materializzi alla loro scrivania in un nano-secondo. In più spesso e volentieri tali soggetti  ti telefonano in tarda serata per qualche traduzione, ti tengono al telefono due ore che ovviamente NON vengono pagate, anzi talvolta ti mettono fretta perchè il telefono costa.....
Uno di questi una volta mi ha messo i compiti nella cassetta della posta!
Di solito i procreatori di tali scempi quando devono pagarmi  sono altrettanto svogliati (devo sempre andare con banconote di piccolo taglio atrimenti con la scusa che hanno solo pezzi grandi  con disinvoltura mi dicono "se non hai il resto te li do la prossima volta"...E CHE SO'SCEMA?). Questi io proprio non li sopporto perchè credono che tutto gli sia dovuto e i figli mi strapperebbero volentieri i soldi di mano per acquistare un pacchetto di sigarette!

A chi toccherà oggi?

11 commenti:

Anonimo ha detto...

come ti capisco...

Anonimo ha detto...

Succede anche a me

Marianna ha detto...

:OOOOO io nei mille lavori che ho fatto ho dato lezioni di italiano a dei ragazzi Coreani che studiavano l'opera! Non studiavano mai e non capivano un accidenti,perchè snobbavano la nostra lingua!
Alla fine mi sono arresa e gli ho insegnato direttamente l'opera che avrebbero dovuto portare all'esame finale!

sulsecondobinario ha detto...

@ Marianna: addirittura i coreani che studiano l'opera! poverina!!!!

Carolina Venturini ha detto...

Oddio.. le ripetizioni. Dopo un po' mi annoio furiosamente...

sulsecondobinario ha detto...

@ Carolina: eh già ma per qualche soldino in più...

Carolina Venturini ha detto...

Ah si, non c'è dubbio!

Marianna ha detto...

ahaha SI Cara non ti racconto quello che ho passato per fargli cantare " TI VEDO TRA LE ROSE TI DICO TANTE COSE..." @_@

sulsecondobinario ha detto...

immagino sia stato un vero incubo...

Lorenzo ha detto...

Non c'e' cosa peggiore che insegnare a gente che non vuole imparare.

Argomento secondario: secondo me la scuola italiana, dalle elementari alla università, fa uno sbaglio catastrofico e cioè è impostata per la lezione "ex-cathedra" e poi lo studente va a casa e si deve arrangiare per tutto il resto. Invece nella mia esperienza la lezione è la parte più inutile perché equivale alla lettura del testo, mentre la fase di "elaborazione" delle informazioni è la parte più importante e che richiede allo studente di arrangiarsi a trovare un suo "sistema" oppure a fallire. In sostanza gli studenti dovrebbero fare i compiti e preparare interrogazioni ecc a scuola con qualcuno che li segue.

sulsecondobinario ha detto...

@ Lorenzo: la penso esattamente come te ma purtroppo quello che vedo il pomeriggio indica una distanza di anni luce dal come dovrebbe essere...